Marilyn Manson: il Reverendo

MARYLIN-MANSONIl coordinatore nazionale di Telefono antiplagio, Giovanni Panunzio, ha reso noto di aver presentato una denuncia alla Procura della Repubblica di Milano contro il cantante Marilyn Manson per istigazione a commettere un reato e istigazione a delinquere, in relazione alla vicenda dello studente che ha ucciso la compagna con una coltellata. «In seguito al grave fatto avvenuto nell’Istituto magistrale “Erasmo da Rotterdam” di Sesto San Giovanni – ha scritto Panunzio, nell’esposto inviato anche ai Ministeri dell’Interno e della Pubblica istruzione – viene invitata la Procura a valutare la possibilità di iscrivere nel registro degli indagati il cantante-satanista Manson».

«Risulterebbe, infatti, secondo quanto riferito dai compagni di scuola del giovane omicida – sostiene il Telefono Antiplagio – che lo studente fosse ossessionato da Manson. Panunzio ha invitato la Procura a leggere alcune sue canzoni (Ti ho stregata, Negativo 3, Lascia che il tuo ego muoia) che evidenzierebbero violenza e barbarie indegne di un Paese civile». Da qui la richiesta di verifica delle responsabilità”. (Sesto S. Giovanni / Il telefono antiplagio denuncia il cantante satanico: ha istigato al delitto Roberto «Indagate Marilyn Manson».

Delitto di Chiavenna: suor Maria Laura Mainetti, 6 giugno 2000. I diari sequestrati negli alloggi perquisiti erano infarciti di simboli satanici, come i tre 6, marchio dell’anticristo o le croci rovesciate. Come le frasi forti attribuite al cantante rock Marilyn Manson:

“Uccidi tuo padre, uccidi tua madre e in un impeto estremo di rock uccidi te stesso”

Nel diario di Milena troviamo la seguente invocazione: “Ho Satana, abbi pietà della mia interminabile miseria”. Un diario pieno di foto di Marilyn Manson, il profeta del rock satanico. Il cantante preferito anche da Roberto, il ragazzo di Sesto San Giovanni che il 12 febbraio ha ucciso la fidanzata a scuola.

5 aprile 2002, giovane suicida in Salento: era fan di Marlyn Manson; si è impiccato nella cantina.

TRICASE (LECCE) – Un giovane di 24 anni di Tricase si è ucciso impiccandosi nella cantina della sua abitazione. A trovare il cadavere appeso con una corda ad una trave del soffitto è stato il padre. Il giovane, che era un fan di Marlyn Manson, non ha lasciato alcuno scritto per spiegare il suo suicidio. Nella sua camera i carabinieri, che indagano sull’accaduto, hanno trovato decine e decine di dischi del cantante maledetto e le pareti tappezzate di poster della rock star che inneggiano alla morte. (ANSA)

Biografia

Marilyn Manson o Brian Warner, nasce a Canton, nell’Ohio il 5 gennaio 1969 da padre Hugh Warner e madre Barb Wyer. Fin dall’infanzia Brian ha avuto una vita piuttosto difficile e movimentata. Brian stava spesso a casa dei nonni paterni e, assieme a suo cugino Chad ha avuto occasione di investigare più volte il suo pervertitissimo nonno, Jack.

I primi tempi di scuola pubblica non furono bellissimi, finché Brian non conobbe prima Jennifer (la sua prima ragazza) e poi John Crowell che lo iniziò alla droga e all’occultismo

Un incontro importantissimo per la vita di Brian avvenne nel 1994 quando incontrò Anton Szandor La Vey, leader e fondatore della chiesa di Satana. Con lui Brian capì molte cose, come per esempio la vera filosofia del satanismo: “Il diavolo non esiste, il satanismo é l’adorazione di se stessi”. Con La Vey nacque anche uno dei soprannomi di Brian: reverendo. La Vey, dopo aver conosciuto abbastanza nei dettagli Brian, decise di regalargli la tessera della chiesa di Satana e di nominarlo reverendo della medesima chiesa.

Blanche Barton, un’esponente della Chiesa di Satana, ha ammesso:

«Abbiamo ricevuto molte domande da parte di ragazzi che hanno iniziato ad interes­sarsi al satanismo grazie alla musica e all’atteggiamento di Marilyn Manson. Manson non nasconde il proprio ap­poggio ai veri ideali satanici, ed è abbastanza eloquente da riuscire a spiegare esattamente cosa sono questi ideali, invece che raccontare le solite storie paurose di sacrifici e cartelli criminali».

Nella strage di Littleton (1999), morirono 15 studenti, uccisi a colpi di mitra da due – si dice – fans del reverendo.

Gli «ideali satanici» di Marilyn Manson si riassumano in questa sua dichiarazione:

«Satanismo non significa adorare il diavolo. Significa che l’uomo deve essere il proprio dio sulla terra. Non devi adorare niente e nessuno, tranne te stesso».

Ancora una volta, ritroviamo la filosofia di Aleister Crowley: l’uomo che si mette al posto di Dio, e pretende di fare «ciò che vuole».

Manson, è favorevole alla legalizzazione di tutte le droghe, ha fatto della trasgressione e della provocazione le sue armi fondamentali, come suo nonno Jack.

Il suo stesso nome d’arte è tutto un programma. Unisce il mito di Marilyn Monroe al triste ricordo di Charles Manson, uno squilibrato che negli anni Sessanta diede vita a una setta responsabile di vari omicidi…

Past. Francesco Zenzale

La Tua Parola è una lampada al mio piè

Esoterismo       Torna su
Share Button