71 – Beati i misericordiosi

«Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia» (Matteo 5,7). Ai misericordiosi, Gesù promette nient’altro che quello che già vivono: la misericordia. In tutte le altre beatitudini, la promessa contiene un di più, porta più lontano: coloro che piangono saranno consolati, i cuori puri vedranno Dio. Ma che cos’è che Dio potrebbe dare di più ai misericordiosi ? La misericordia è pienezza di Dio e degli umani. I misericordiosi vivono già della vita stessa di Dio.

La misericordia è ciò che c’è di più divino in Dio, essa è anche ciò che c’è di più compiuto nell’uomo. «Ti corona di grazia e misericordia», recita il salmo 103. Solo la misericordia e la tenerezza di Dio ci fanno partecipare alla sua stessa vita. Ciò si realizza nella misura in cui «siamo misericordiosi com’è misericordioso il Padre nostro» (Lc 6: 36). Queste parole fanno eco all’antico comandamento «Siate santi, perché io, il SIGNORE vostro Dio, sono santo» (Lv 19: 2). Alla santità di Dio, Gesù ha dato il volto della misericordia, perché essa è il più puro riflesso di Dio in una vita umana. Per esprimerla con umili e decifrabili parole, se vogliamo assomigliare a Dio, impariamo a essere misericordiosi verso il prossimo.

L’apostolo Paolo invita i credenti a essere «benevoli e misericordiosi gli uni verso gli altri, perdonandovi a vicenda come anche Dio vi ha perdonati in Cristo». Pietro, ci esorta a essere «tutti concordi, compassionevoli, pieni di amore fraterno, misericordiosi e umili» (1 Pt 3:8). «Il Signore, Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di grazia e di fedeltà» (Es 34: 6).

Past. Francesco Zenzale

Share Button