Signore ci sono anch’io

The_Cross_16 (Small)Perdonami Signore se
tra il gioioso fruscio
di palme e d’ulivo
una domenica di sole
c’ero anch’io
fariseo fra i farisei

Nel buio del Getsèmani
a baciarti con Giuda
c’ero anch’io
traditore fra i traditori

Al cantar del gallo
vicino al fuoco di Pietro
c’ero anch’io
rinnegato fra i rinnegati

Con l’imprecare della folla
al lavacro di Ponzio Pilato
c’ero anch’io
vile fra i vili

Sotto la croce del venerdì
a gettar sorte sulla tunica
c’ero anch’io
ateo fra gli atei

E l’alba del terzo giorno
mi vede ancora qui
morto fra i morti
nell’attesa di una Risurrezione
Se mi perdoni Signore
ci sono anch’io

Giulio Redaelli
Gravina di Puglia 2006 1°Premio sez. A (Poesia religiosa)

 Poesie     Torna su
Share Button