Ora sono vivo

miercoles-santoChi siamo?
Particelle disperse in un pianeta
ch’è un atomo disperso nell’immenso,
ma con nel cuore un potere malvagio
che contrasta l’amore di Gesù.
E pur così abbiamo imparato ad amare.
In questo cuore
aspro e duro come pietra lavica
chi digita i comandi e mantiene
in vita la scintilla dell’amore?
Chi ha la potenza d’estirpare il male
dalla radice, ch’è una gramigna
dentro il cuore umano?
Solo colui che dice: “Amatevi come io vi amo”.
Egli è colui che nel sospendere nei cieli
vasti e infiniti, astri colossali,
non trascurò il mistero della vita
racchiuso in un granello di senape,
minimamente piccolo e completo,
perfetto in sé come un sistema strale.
Gesù è colui che digita i comandi.
E ci ripete ancora: “Amatevi!”
Io lo conobbi quando, all’improvviso,
una voglia il mio essere assalì,
piacevolmente strana..di che cosa..io non saprei.
la voglia di chinare il capo e di assentarmi.
Poi, lentamente, piegate le ginocchia,
toccai il suolo, si giunsero le mani;
qualcuno era con me… o dentro ma,
nel silenzio assoluto lo distinsi;
parlai…parlai senza inibizione,
con le labbra serrate.. io parlai,
ed ascoltai parole udite
a mai capite sino a quell’istante.
Ora ogni giorno, nei segreti incontri,
io parlo con Gesù. E ascolto.
Ora io sono vivo.

Angelo Vecchio
Gravina di Puglia 2006 segnalata Sez. A (Poesia religiosa)

 Poesie     Torna su
Share Button